domenica 23 ottobre 2016

Immigrazione e criminalità: una lettura di dati statistici

La grande immigrazione in atto suscita quotidianamente, e spesso drammaticamente, la preoccupata attenzione della popolazione e impegna l’agenda delle istituzioni nazionali e internazionali, in un clima spesso surriscaldato dal dibattito politico e dall’eco mediatica. Si consumano divisioni culturali e politiche, e si compromettono le sorti stesse dell’Europa unita. Particolarmente preoccupante, specie agli occhi dell’opinione pubblica e di alcune parti politiche, è il controverso rapporto tra immigrazione e criminalità. La ritenuta propensione a delinquere degli immigrati costituisce uno dei principali argomenti, se non il principale, sul quale si fonda la sempre più diffusa ostilità verso un fenomeno dalle dimensioni crescenti e dalle caratteristiche bibliche.

Spesso si ha l’impressione che, come avviene più in generale per l’andamento della criminalità complessiva, i dati disponibili siano utilizzati con disinvoltura se non con spregiudicatezza, [...]

Per proseguire nella lettura clicca qui:PALAZZO_2016c.pdf

Fonte: www.penalecontemporaneo.it

Nessun commento:

Posta un commento

Minori, affido esclusivo al padre se la madre è inadeguata

È legittimo affidare un minore in via esclusiva al padre quando c’è una consulenza tecnica d’ufficio (Ctu) che riscontra «i segni di una Pas...