mercoledì 2 marzo 2016

Canone Rai, l'Agenzia delle Entrate: i comuni dovranno inviare i dati delle famiglie anagrafiche

Al fine di evitare errori e duplicazioni nell'addebito del canone Rai "assume cruciale importanza la corretta individuazione della famiglia anagrafica che costituisce di fatto il soggetto passivo del tributo". Ma "allo stato attuale, in attesa della costituzione della nuova Anagrafe nazionale della popolazione residente, l'individuazione della famiglia anagrafica risulta particolarmente complessa".

Lo sostiene l'Agenzia delle Entrate in un'audizione alla Camera spiegando che per superare questo scoglio il decreto del Ministro dello Sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'Economia e delle finanze, in corso di emanazione, dovrà prevedere che i Comuni siano tenuti a trasmettere all'Agenzia delle Entrate (Direzione provinciale I di Torino - Sportello SAT), i dati relativi alle famiglie anagrafiche, tenute a pagare il canone Rai, come prevede la legge di Stabilità 2016.

"Sarà, quindi, necessario che l'Agenzia delle entrate trasmetta alle imprese elettriche, per il tramite di Acquirente unico, le informazioni relative ai soggetti che risultano aver presentato la dichiarazione di non detenzione di apparecchi televisivi, con le relative decorrenze, nonché i dati relativi ai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica nei cui confronti non si deve procedere all'addebito in quanto il pagamento è stato già effettuato con altre modalità (ad esempio trattenuta sulla pensione) oppure perché almeno uno dei componenti della famiglia risulta esente dal pagamento per effetto di Convenzioni internazionali - è il caso, ad esempio, degli appartenenti alle forze armate Nato o degli agenti diplomatici - o perché in possesso di altri requisiti previsti per legge".

Inoltre, tutti gli scambi di informazioni tra l'Agenzia delle entrate e l'Acquirente Unico spa dovranno essere regolati secondo modalità e contenuti definiti di comune intesa. Sarà, infine, necessario prevedere forme di rendicontazione delle operazioni effettuate da parte delle imprese elettriche all'Agenzia delle Entrate. Tali informazioni saranno utilizzate per verificare il corretto versamento del canone da parte dei contribuenti e procedere alle eventuali azioni di recupero, nonché per verificare il corretto addebito del canone e riversamento delle somme riscosse da parte delle imprese elettriche.

fonte: www.italiaoggi.it//Canone Rai, l'Agenzia delle Entrate: i comuni dovranno inviare i dati delle famiglie anagrafiche - News - Italiaoggi

Nessun commento:

Posta un commento

Città che vai imposta di soggiorno che paghi

L’imposta di soggiorno, ovvero un preciso esempio della burocrazia italiana e della sua complessità. Regole che cambiano da regione a region...