martedì 2 settembre 2014

Niente maggiorazione per lavoro festivo alle delegate sindacali in permesso

Nei fatti di causa, alle lavoratrici in permesso sindacale nelle giornate del 2 giugno e 4 novembre, coincidenti con le festività soppresse ex art.1, Legge 54/1977, non spetta, oltre alla retribuzione mensile, anche quella per le ore di fruizione dei detti permessi. Il motivo è semplice: il loro contratto collettivo nazionale di settore prevede la maggiorazione solo “per le ore di servizio effettivamente prestate”. Per tale ragione la Cassazione, con la sentenza del 28 agosto 2014, n. 18425, ha respinto il ricorso presentato dalle due delegate sindacali, convinte della piena equiparazione tra fruizione di permessi sindacali e prestazione lavorativa.

In tema, secondo giurisprudenza di legittimità, non trova, infatti, applicazione il principio dell’onnicomprensività della retribuzione che, consistente nell’inclusione di ogni compenso continuo, obbligatorio e determinato, è adottato dal legislatore solo con riferimento a specifici istituti. Tale principio, ricordano gli Ermellini, non ha valore di regola generale: esso non limita l’autonomia privata, che resta libera, dopo aver previsto un compenso di natura retributiva, di disporne l’esclusione dal calcolo della retribuzione per istituti indiretti, anche legali, “laddove manchi una norma che imponga la commisurazione del relativo trattamento a tutti gli elementi della retribuzione”.

Così accade per il contributo-pasto, emolumento non risarcitorio ma retributivo, che può essere escluso dal trattamento economico spettante al lavoratore in permesso sindacale se, dai patti della contrattazione collettiva o individuale, emerga la volontà delle parti di limitarne l’erogazione “alle sole giornate in cui vi sia stata effettiva presenza al lavoro”. Tenuto conto che, la legge, quanto ai permessi sindacali, “impone solo che le relative assenze siano retribuite”.

Fonte: Fiscopiù - Giuffrè per i Commercialisti - www.fiscopiu.it/La Stampa - Niente maggiorazione per lavoro festivo alle delegate sindacali in permesso

Nessun commento:

Posta un commento

Mutuo, detrazione degli interessi in caso di morte del coniuge

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 129/E, precisa che «il coniuge superstite può usufruire della detrazione per gli interessi passi...