venerdì 4 aprile 2014

La dichiarazione dei redditi 2014 - Modello UNICO Persone Fisiche

Il Modello UNICO Persone Fisiche per la dichiarazione dei redditi è composto da:

1) fascicolo 1 - frontespizio: dati identificativi del dichiarante, informativa sulla privacy, informazioni relative al contribuente e alla dichiarazione - prospetto dei familiari a carico - quadro RA: redditi dei terreni - quadro RB: redditi dei fabbricati - quadro RC: redditi di lavoro dipendente e assimilati - quadro RP: oneri e spese - quadro RN: calcolo dell’Irpef - quadro RV: addizionali all’Irpef - quadro CR: crediti d’imposta - quadro RX: compensazioni e rimborsi - quadro CS: contributo di solidarietà 
2) fascicolo 2 - quadro RH: redditi di partecipazione in società di persone e assimilate - quadro RL: altri redditi - quadro RM: redditi soggetti a tassazione separata e imposta sostitutiva - quadro RT: plusvalenze di natura finanziaria - quadro RR: contributi previdenziali - quadro RW: investimenti all’estero e/o attività estere di natura finanziaria - monitoraggio - IVIE/ IVAFE - quadro AC: comunicazione dell’amministratore di condominio 
3) fascicolo 3 concernente i redditi dei contribuenti obbligati alla tenuta delle scritture contabili. I contribuenti che si trovano in situazioni meno complesse (ad esempio hanno percepito soltanto redditi di lavoro dipendente e redditi di terreni o fabbricati) posso utilizzare il modello semplificato denominato “UNICO MINI”. 
Il Modello UNICO Persone Fisiche deve essere presentato per via telematica secondo una delle seguenti modalità: 
- direttamente, tramite i servizi telematici Entratel o Fisconline (http://telematici.agenziaentrate.gov.it/Main/index.jsp); 
- tramite gli uffici dell’Agenzia delle Entrate; 
- tramite intermediari autorizzati (professionisti, associazioni di categorie, C.A.F., altri soggetti abilitati). 
Possono presentare il modello cartaceo presso gli Uffici Postali soltanto i contribuenti che:
- pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il Modello 730, non possono utilizzarlo; 
- pur potendo presentare il Modello 730, devono dichiarare alcuni redditi o comunicare dati utilizzando i relativi quadri del Modello UNICO Persone Fisiche (quadro RM, per “Redditi soggetti a tassazione separata e imposta sostitutiva. Imposte su immobili e attività finanziarie all’estero”; quadro RT, per “Plusvalenze di natura finanziaria”; quadro RW, per “Investimenti all’estero e/o trasferimenti da, per e sull’estero”; quadro AC, per “Comunicazione dell’amministratore di condominio”); 
- devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti. I termini di presentazione del Modello UNICO Persone Fisiche dipendono dalla modalità di presentazione: 
- 30 settembre 2014, se la presentazione viene effettuata per via telematica direttamente dal contribuente ovvero tramite un intermediario abilitato o a cura di un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate; 
- dal 2 maggio al 30 giugno 2014, se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale. 
I versamenti degli importi risultanti dalla dichiarazione Modello UNICO Persone Fisiche quale saldo per il periodo d’imposta 2013 e primo acconto per il periodo d’imposta 2014 devono essere eseguiti entro il 16 giugno 2014 (ovvero il 16 luglio 2014, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse). Il pagamento può avvenire anche in forma rateale con applicazione di un interesse pari al 4% annuo. Per i contribuenti non titolari di partita Iva le rate sono così distribuite: 
1) prima rata: 16 giugno 2014 (ovvero 16 luglio 2014 con maggiorazione dello 0,40%) 
2) seconda rata: 30 giugno 2014 con interesse dello 0,16% (ovvero 31 luglio 2014 con maggiorazione dello 0,40% e interesse dello 0,16%) 
3) terza rata: 31 luglio 2014 con interesse dello 0,49% (ovvero 1° settembre 2014 con maggiorazione dello 0,40% e interesse dello 0,49%) 
4) quarta rata: 1° settembre 2014 con interesse dello 0,82% (ovvero 30 settembre 2014 con maggiorazione dello 0,40% e interesse dello 0,82%) 
5) quinta rata: 30 settembre 2014 con interesse dell’1,15% (ovvero 31 ottobre 2014 con maggiorazione dello 0,40% e interesse dell’1,15%) 
6) sesta rata: 31 ottobre 2014 con interesse dell’1,48% (ovvero 1° dicembre 2014 con maggiorazione del 0,40% e interesse dell’1,48%) 
7) settima rata: 1° dicembre 2014 con interesse dell’1,81%. 
Tutti i contribuenti devono utilizzare il modello di versamento F24, da compilare indicando i seguenti codici tributo: 4001: Irpef – Saldo; 4033: Irpef – Acconto prima rata; 4034: Irpef – Acconto seconda rata o unica soluzione; 1668: Interessi pagamento dilazionato. Importi rateizzabili Sez. Erario; 3801: Addizionale regionale; 3844: Addizionale comunale – Saldo; 3843: Addizionale comunale – Acconto; 1842: Cedolare secca locazioni – Saldo; 1840: Cedolare secca locazioni – Acconto prima rata; 1841: Cedolare secca locazioni – Acconto seconda rata o unica soluzione. 

Nessun commento:

Posta un commento

Multa stradale? Il postino non suona più, arriverà la Pec

Tempi moderni anche per le multe stradali che non verranno più recapitate dal postino bensì tramite pec. Ma il postino non andrà in pensione...