giovedì 16 gennaio 2014

Uno su quattro non paga il canone RAI

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, è intervenuto in Commissione di vigilanza sull’anagrafe tributaria e ha parlato del canone radiotelevisivo. Innanzitutto il Direttore delle Entrate sottolinea che il canone RAI non è un abbonamento, ma si tratta di un tributo. Pensare dunque di poter decidere se abbonarsi o no “è concettualmente sbagliato”. Ad oggi la gestione del canone radiotelevisivo è in mano alla RAI. Ma secondo Befera presto potrebbe essere proprio l’Agenzia delle Entrate a gestirlo direttamente. “Il canone”, spiega infatti il direttore delle Entrate, “è un tributo erariale, non si può scegliere se pagarlo o meno. Come tale è gestito dall’Agenzia. Ma è dato in concessione alla RAI per quanto riguarda le persone fisiche”. “Nel ripensare il suo funzionamento”, aggiunge Befera, “potrebbe essere l’Agenzia a gestirlo anziché la RAI”. L’evasione del canone, secondo quanto è emerso durante l’audizione, si aggira attorno al 25% e, sulla base dei calcoli della Corte dei Conti relativi al periodo 2004 - 2007, ammonta a 450 milioni di euro l'anno.

Fonte: http://fiscopiu.it/La Stampa - Uno su quattro non paga il canone RAI

Nessun commento:

Posta un commento

Rottamazione-bis: ecco come compilare la domanda

Il nuovo Modello DA 2000/17, disponibile da qualche giorno sul sito dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, deve essere inviato entro il 15 ...