sabato 18 gennaio 2014

Giardino invaso da palloni di calcio: pessima mira dei vicini? No, molestia in piena regola

Il ‘braccio’ sono i figli minori di una coppia che ha deciso di ‘infastidire’ quotidianamente la famiglia che vive a pochi metri dalla loro abitazione. Tale ‘abitudine’ può apparire goliardia borderline, ma, invece, va valutata come esempio di condotta penalmente rilevante. Condanna per i due genitori.

Spese pazze per vagonate di palloni da calcio nuovi. Ma a cacciare fuori la pecunia non è una società sportiva, bensì una ‘simpatica’ famigliola, che si diletta, con quei palloni, a ‘bombardare’ il giardino dei vicini di casa. Scena difficile da immaginare – e capace, probabilmente, anche di strappare un sorriso –, ma che va severamente punita: perché la ‘tortura’ del pallone da calcio ‘recapitato’ in giardino è da considerare come molestia a tutti gli effetti. (Cassazione, sentenza 41692/13). La ‘mente’ sono i due genitori, il ‘braccio’, invece, i figli: sono questi ultimi, difatti, a lanciare materialmente i palloni da calcio «nel giardino» dei vicini di casa. Assolutamente censurabile, e da sanzionare, è il comportamento di padre e madre: sono loro, perché ritenuti responsabili dell’incivile condotta tenuta dai figli, a essere condannati alla «pena di 200 euro di ammenda» per avere «gettato cose atte a molestare» le persone della famiglia che abita a pochi metri dalla loro abitazione. E questo pronunciamento – emesso in Tribunale – viene ‘sigillato’ dai giudici della Cassazione, i quali sottolineano il valore del quadro probatorio emerso in primo grado: più precisamente, è indiscutibile la «frequenza dei lanci» e la «idoneità» a «nuocere in modo apprezzabile alla tranquillità e alla quiete» dei vicini di casa. Assolutamente cristallino, per i giudici, il «dolo» dei due genitori, i quali «hanno gettato i palloni, avvalendosi dei figli minori, con la piena consapevolezza della situazione di disturbo originata dal lancio». Senza trascurare, poi, un ulteriore particolare, ossia il «continuo e plateale rifornimento di palloni nuovi», ovviamente ‘curato’ dai due genitori.

Fonte: www.dirittoegiustizia.it /La Stampa - Giardino invaso da palloni di calcio: pessima mira dei vicini? No, molestia in piena regola

Nessun commento:

Posta un commento

Multa stradale? Il postino non suona più, arriverà la Pec

Tempi moderni anche per le multe stradali che non verranno più recapitate dal postino bensì tramite pec. Ma il postino non andrà in pensione...