martedì 18 luglio 2017

Il portale delle vendite pubbliche è on line. Più trasparenza nelle procedure

Il marketplace delle vendite pubbliche, promosso dal Ministero della giustizia,  è operativo da oggi 18 luglio.
E’ il primo tassello del Piano triennale della digitalizzazione dell’ecosistema Giustizia che va a regime, con qualche mese di ritardo rispetto alle aspettative iniziali a causa della “complessità” del sistema degli stakeholder.
La fase operati va è stata annunciata dal Ministero stesso con un comunicato.
“Il portale - ha dichiarato il ministro della giustizia Andrea Orlando - rappresenta uno strumento altamente innovativo sotto il profilo tecnologico, capace di garantire trasparenza e maggior efficienza nei meccanismi di vendita. Il portale sarà in grado di generare un cambio di prospettiva per superare il localismo e le lentezze delle singole procedure. Un luogo in cui i beni sono resi più visibili e le vendite più accessibili”.
Nel portale, accessibile da tre indirizzi web sotto riportati, potranno essere pubblicati e messi  in vendita i beni, mobili e immobili, oggetto di tutte le procedure fallimentari ed esecutive aperte sul territorio nazionale.
Volendo fare una stima, secondo i dati aggiornati al primo trimestre 2017, le procedure coinvolte saranno intorno alle 700mila (al 31 marzo le procedure fallimentari ed esecutive pendenti erano 566mila).
E’ stato istituito con il Decreto legge 27 giugno 2015, n. 83 ed era stato presentato in fase sperimentale dal ministro della Giustizia Andrea Orlando lo scorso 13 gennaio. Altalex ne aveva parlato nell’articolo Vendite giudiziarie: il Ministero della Giustizia vara il Portale Unico.
Da oggi, dunque, su disposizione dei Tribunali, professionisti e creditori potranno cominciare ad inserire online gli Avvisi di vendita. In esso sono pubblicati tutti gli avvisi di vendita relativi alle procedure esecutive e concorsuali nonché agli altri procedimenti per i quali la pubblicazione è prevista dalla legge. I dati contenuti nel portale sono caricati a cura dei creditori, dei delegati alle vendite, degli organi delle procedure concorsuali e degli altri soggetti a ciò abilitati. In ogni avviso è indicato il soggetto a cui rivolgersi per ottenere informazioni sui contenuti pubblicati. Il portale è in esercizio dal 17 luglio 2017. A partire da tale data su disposizione dell'autorità giudiziaria è possibile procedere alla pubblicazione
Tutte le specifiche tecniche aggiornate. In previsione della partenza, il Responsabile per i sistemi informativi automatizzati del Ministero della giustizia ha aggiornato una serie di atti normativi rivolti agli operatori, tra i quali sinteticamente ricordiamo Specifiche tecniche relative alle modalità di pubblicazione sul portale delle vendite pubbliche; il provvedimento concernente le informazioni minime relative ai dati da pubblicare nei siti internet destinati all'inserimento degli avvisi di vendita; pecifiche tecniche previste dall’art. 26 del Decreto del Ministro della giustizia 26 febbraio 2015, n. 32 relative alle vendite  telematiche.
Non solo. Nel sito del Ministero sono stati anche pubblicati:
a) il manuale operativo per l’interoperabilità dei siti internet di pubblicità e dei gestori delle vendite telematiche con il portale delle vendite pubbliche;
b) il modello di comunicazione del referente tecnico per il censimento dei siti di pubblicità;
c) il modello di comunicazione del referente tecnico per il censimento dei siti dei gestori delle vendite telematiche;
d) il modello di domanda per l’accesso al model office del portale delle vendite pubbliche, per i siti di pubblicità, è reperibile al link mentre per i gestori delle vendite, è reperibile al link.
Il portale è accessibile agli indirizzi:

Nessun commento:

Posta un commento

Cassazione: nell’assistenza a un disabile sono validi i congedi anche solo per la notte

La legge sui congedi retribuiti per assistere un familiare con grave disabilità non prevede orari per l’assistenza, basta essere presenti an...