lunedì 3 luglio 2017

Addio a un pezzo di storia: fuorilegge i libretti al portatore

Libretti al portatore al bando. Da domani, 4 luglio, saranno messi fuori legge. A sancire la fine di questo strumento sono state le nuove normative anti-riciclaggio e anti-terrorismo (decreto legislativo 90, 25 Maggio 2017). Poco tracciabili, i libretti bancari e postali al portatore rischiavano di sfuggire alle maglie dei controlli. Negli anni si erano già succeduti diversi giri di vite, l’ultimo dei quali nel dicembre 2011 con la rimodulazione delle somme da poter tenere sul libretto che non potevano più superare il tetto dei 1000 euro.
Poca roba per uno strumento che negli anni d’oro aveva trovato il suo posto in moltissime case italiane. Utilizzato principalmente dai nipotini per accumulare le mance dei nonni e dei parenti, era un salvadanaio di famiglia molto richiesto anche perché, di fatto, a zero spese. Con il tempo questo libretto è caduto in disuso ma rimane ancora un certo interesse.
Dal 4 luglio non ci sarà più la possibilità di aprire uno di questi rapporti in banca o in Posta. Chi invece conserva ancora uno di questi strumenti nel cassetto di casa dovrà mettersi in regola. Pena costose sanzioni. Per non violare la legge occorrerà estinguere il proprio libretto (ritirando il contante o versandolo su un conto corrente). In alternativa si potrà trasformare in un libretto nominativo, strumento quasi gemello che è ancora molto in uso. Per mettersi in regola c’è tempo fino al 31 dicembre 2018. Un periodo ponte di 18 mesi alla fine del quale i libretti al portatore dovranno sparire del tutto.
Nel periodo di tempo intercorrente tra il luglio di quest’anno e fine dicembre del 2018 sarà ancora possibile, per il portatore, l’operatività sul libretto nei limiti già previsti nel 2016. Sarà però vietato il trasferimento del libretto. Vuol dire quindi che a partire da domani, i libretti al portatore non si potranno più trasmettere ad altre persone. C’è tuttavia un periodo cuscinetto (i 30 giorni entro i quali va comunicato alla banca o alle Poste che si è traferito il libretto) che portano questa scadenza al 2 agosto. La violazione della trasmissione ad altri sarà punita con sanzioni che vanno da 250 euro a 500 euro (articolo 63 comma 2).
Anche i conti correnti sono nel mirino. Da domani scatterà, il divieto di conti o libretti di risparmio in forma anonima o con intestazione fittizia. Questo utilizzo, dice la legge, è vietato anche all’estero. Se non ci si attiene a queste disposizioni le multe volano alle stelle con sanzioni che vanno dal 10 al 40% della somma depositata sul cont .

fONTE:www.lastampa.it/Addio a un pezzo di storia: fuorilegge i libretti al portatore - La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Reati stradali: Procura di Torino fissa le tariffe per il patteggiamento

La Procura di Torino ha pubblicato on line una tabella composta da ben 72 voci, che consente la definizione con patteggiamento o decreto pen...