giovedì 15 giugno 2017

Volo posticipato di un giorno: niente risarcimento

Non è in discussione l’imprevisto verificatosi. Ciò che manca, però, è la prova del pregiudizio subito dai due turisti. Respinta l’ipotesi di un ristoro economico a carico dell’agenzia di viaggi.
Tutto pronto per la vacanza, organizzata attraverso un’agenzia di viaggi. Poi l’imprevisto: il volo viene spostato di ben 24 ore, costringendo i due turisti a posticipare la partenza. Comprensibile la rabbia, non sufficiente però per ottenere un risarcimento (Cassazione, sentenza n. 14259/2017, Sezione Terza Civile, depositata l’8 giugno).
Pregiudizio. Concordi già Giudice di Pace e giudici del Tribunale: non si può parlare di «vacanza rovinata». Così la richiesta avanzata nei confronti dell’agenzia di viaggi e mirata ad ottenere un ristoro economico viene respinta.
E su questa linea di pensiero si assesta anche la Cassazione. Per i magistrati, difatti, «manca la prova del danno sofferto a seguito dello spostamento di un giorno del volo», e quell’inconveniente non può far considerare automatico un pregiudizio per la coppia.
Di conseguenza, non avendo i due turisti chiarito il danno subito, l’agenzia di viaggi può tirare un sospiro di sollievo e considerare archiviata l’ipotesi di dover provvedere a un risarcimento.

Fonte: www.dirittoegiustizia.it/Volo posticipato di un giorno: niente risarcimento - La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Al coniuge superstite non spetta il diritto di abitare nella casa familiare di proprietà di terzi

In base all’art. 540 del codice civile, al coniuge superstite, anche in presenza di altri chiamati all’eredità, sono riservati i diritti di ...