venerdì 2 dicembre 2016

Fisco: prorogate al 31 marzo le opzioni per la trasmissione di fatture e corrispettivi

Slittano dal 31 dicembre 2016 al 31 marzo 2017 i termini entro cui esercitare le opzioni per aderire ai regimi fiscali che consentono la trasmissione telematica dei dati delle fatture e dei corrispettivi riferiti alle operazioni effettuate nel periodo d’imposta 2017 e nei 4 successivi. L’Agenzia delle Entrate è intervenuta ieri sui due Provvedimenti che disciplinano i regimi in questione, approvati lo scorso 28 ottobre, al fine di disporre la proroga e di inserire alcune novità.
In particolare, lo slittamento a fine marzo è concesso dal Fisco solo in relazione al 2017, primo anno di applicazione dei regimi di trasmissione telematica. Dal prossimo anno tornerà ad applicarsi la regola ordinaria che fissa il termine di esercizio dell’opzione entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello di inizio della trasmissione dei dati delle fatture o di inizio della memorizzazione e trasmissione dei dati dei corrispettivi.
Altra novità, che interessa però solamente la trasmissione telematica delle fatture, consentirà di correggere a stretto giro i flussi informativi già inviati. Nello specifico, è consentita ai contribuenti, entro 15 giorni successivi al termine di invio (l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre), la modifica di dati già trasmessi, relativi a fatture riferite al medesimo trimestre.
Le due novità, contenute in un Provvedimento diffuso ieri dall’Agenzia delle Entrate, sono state disposte “al fine di consentire tanto ai contribuenti quanto agli intermediari – si legge nel Provvedimento – un corretto e completo approfondimento delle specifiche tecniche e, conseguentemente, una accurata valutazione in merito all’opportunità di esercitare le predette opzioni”.

Fonte: www.fiscopiu.it/Fisco: prorogate al 31 marzo le opzioni per la trasmissione di fatture e corrispettivi - La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Reati stradali: Procura di Torino fissa le tariffe per il patteggiamento

La Procura di Torino ha pubblicato on line una tabella composta da ben 72 voci, che consente la definizione con patteggiamento o decreto pen...