mercoledì 23 novembre 2016

Scale bagnate, scivola e finisce a terra. Risarcimento dal condominio

Passeggiata brevissima e conclusa in ospedale. Appena messo piede fuori di casa, difatti, la donna scivola e finisce a terra, a causa dell’acqua presente sulle scale del palazzo durante le solite pulizie condominiali. A pagare per le lesioni provocate dal capitombolo dovranno essere il condominio e l’amministratore in carica.
Condotta. Svolta decisiva in appello, dove, contrariamente a quanto stabilito in Tribunale, viene sancita la «responsabilità» sia dell’«amministratore» che del «condominio» per l’incidente verificatosi all’interno del palazzo. Ciò comporta che proprio loro dovranno provvedere al «risarcimento» preteso dalla vittima. Salva, invece, per un vizio processuale l’«impresa» a cui erano state affidate le «pulizie» nell’immobile.
E questa visione viene ritenuta corretta dalla Cassazione (sentenza n. 23727, depositata il 22 novembre 2016). Fondamentale il «ruolo causale» riconosciuto all’«acqua» presente sulle «scale condominiali». Questo elemento non è affatto «qualificabile come imprevedibile o inevitabile, cioè avulso dal normale utilizzo» dell’immobile, spiegano i magistrati del ‘Palazzaccio’. Di conseguenza, è logico ritenere la disavventura vissuta dalla donna come frutto della condotta tenuta dall’amministratore e dal condominio.

Fonte: www.dirittoegiustizia.it/Fonte: www.lastampa.it/Scale bagnate, scivola e finisce a terra. Risarcimento dal condominio - La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Minori, affido esclusivo al padre se la madre è inadeguata

È legittimo affidare un minore in via esclusiva al padre quando c’è una consulenza tecnica d’ufficio (Ctu) che riscontra «i segni di una Pas...