sabato 4 giugno 2016

Multe: indicare un conducente diverso da quello reale è reato di falso

Risponde di falso il conducente multato che, nella dichiarazione da inviare alla polizia, indichi  generalità diverse dalle proprie, al fine di evitare la decurtazione dei punti della patente. E' quanto emerge dalla sentenza 11 maggio 2016, n. 19527 della Quinta Sezione Penale della Corte di Cassazione.
Il caso vedeva un automobilista il quale, dopo essere stato raggiunto da una multa, dichiarava quale conducente della vettura multata una persona diversa da quella effettiva, al fine di evitare la decurtazione dei punti della patente.
Secondo gli ermellini, sussiste il reato di falso nel caso in cui un soggetto compili il modulo da trasmettere alla polizia, nel quale debbono essere indicate le generalità del conducente del veicolo destinatario di una multa non immediatamente contestabile, inserendo delle generalità diverse dalle proprie.
Ciò che rileva, non è il fine di evitare la decurtazione dei punti della patente, quanto falsa la dichiarazione resa ad un pubblico ufficiale, indipendentemente dallo scopo per il quale il soggetto abbia agito.

Fonte: www.altalex.com//Multe: indicare un conducente diverso da quello reale è reato di falso | Altalex

Nessun commento:

Posta un commento

Reati stradali: Procura di Torino fissa le tariffe per il patteggiamento

La Procura di Torino ha pubblicato on line una tabella composta da ben 72 voci, che consente la definizione con patteggiamento o decreto pen...