martedì 8 marzo 2016

Materiale oleoso sulle scale dello stabile, condominio non responsabile per la caduta

Brutto scivolone sulle scale dello stabile condominiale. A provocare il capitombolo pare sia stato del liquido, fuoriuscito forse da un sacchetto pieno di rifiuti.
Ciò però non è sufficiente per rendere plausibile la richiesta di risarcimento avanzata nei confronti del condominio. Così ha stabilito la Corte di Cassazione, nell’ordinanza n. 3875/16, depositata lo scorso 26 febbraio.
Materiale.  Ricostruita la dinamica della caduta. Rilevanti non solo le parole della donna vittima del capitombolo, ma anche quelle del figlio, che ha assistito alla scena.
Nessun dubbio, quindi, sul fatto che la donna sia «caduta sui gradini della scala condominiale». Manca, invece, la prova della «effettiva presenza sui gradini» di quel «materiale viscido ed oleoso» che, secondo la donna e il figlio, avrebbe causato il capitombolo.
Questa lacuna è stata ritenuta decisiva dai giudici del Tribunale prima e dell’Appello poi: consequenziale il ‘no’ alla «richiesta di risarcimento».
E questa decisione è confermata in Cassazione.
Per i Supremi Giudici è «poco attendibile» la «testimonianza» del ragazzo. E, comunque, se davvero è stato il «liquido fuoriuscito da un sacchetto dei rifiuti» a far cadere la donna, va esclusa comunque la «responsabilità del condominio», poiché ci si trova di fronte a una «circostanza» assolutamente «imprevedibile».

Fonte: www.dirittoegiustizia.it /Materiale oleoso sulle scale dello stabile, condominio non responsabile per la caduta - La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

La sanzione accessoria della revoca della patente di guida non ha natura penale

La sanzione inflitta in via accessoria della revoca della patente di guida non ha natura penale. Lo ribadisce con fermezza la Corte di cassa...