lunedì 11 gennaio 2016

Penalisti: necessario abolire reato immigrazione clandestina

Il reato di immigrazione clandestina «non ha avuto alcun effetto deterrente sul triste e complesso fenomeno della immigrazione», e che la sua «eventuale abolizione non eliminerebbe la possibilità di espellere i clandestini, l'opinione pubblica, che è meno disattenta di quanto si voglia far credere, comprenderebbe facilmente che cancellare questo inutile reato, ingiusto e illiberale, non minerebbe la sicurezza di nessuno». Lo afferma in una nota l'Unione delle Camere Penali sottolineando che «appare importante contrastare ogni tentazione di favorire nell'opinione pubblica sentimenti che confondono e sovrappongono la figura dello straniero clandestino con quella del nemico, o perché identificato come soggetto potenzialmente incline a delinquere, o ancor peggio, dopo i gravi fatti accaduti in Francia, `tout court´ come possibile terrorista».

«Ha ragione il ministro Orlando a sostenere la necessità di abolire il reato e bene ha fatto la presidente della Commissione Giustizia della Camera, Donatella Ferranti, a chiedere di non affidarsi a considerazioni demagogiche, respingendo concezioni simboliche del diritto penale, ma auspichiamo anche che la politica riesca, in ogni occasione, ad affermare i principi ed i valori fondamentali del diritto penale espressi dalla nostra Costituzione, ed anche e soprattutto nei momenti piu' difficili, nella consapevolezza che la loro difesa costituisce la vera forza della democrazia e della ragione», conclude la nota.

fonte: www.diritto24.ilsole24ore.com/art/guidaAlDiritto/dirittoPenale/2016-01-11/penalisti-necessario-abolire-reato-immigrazione-clandestina--105745.php

Nessun commento:

Posta un commento

Mutuo, detrazione degli interessi in caso di morte del coniuge

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 129/E, precisa che «il coniuge superstite può usufruire della detrazione per gli interessi passi...