domenica 11 ottobre 2015

#PosteItaliane alza le tariffe: quanto costa spedire lettere e pacchi

Le nuove tariffe per le spedizioni nazionali e internazionali – sino a 2 chili – sono una delle novità introdotte da Poste Italiane e in vigore dal primo ottobre. Tra queste il ritorno del servizio di posta ordinaria, scomparso ormai dal lontano 2006, che prevede tempi di consegna più lunghi e tariffe più basse rispetto alla nuova posta prioritaria, ma non del tutto rispetto alla vecchia. Altra novità rilevante, e discussa, la consegna della posta a giorni alterni, per ora limitata ad alcuni piccoli comuni del nord Italia.

Posta prioritaria. Scegliendo questa tipologia di spedizione, gli aumenti di prezzo rispetto alla vecchia tariffa riguardano lettere e plichi fino a 350 grammi di peso: da un minimo di 0,40 a un massimo di 2,85 euro in più se la destinazione è l'Italia e da un minimo di 0,10 a un massimo di 2,55 euro verso l'estero. La cartolina dalla spiaggia o dalla città d'arte passa quindi da 0,80 a 2,80 euro se spedita ai parenti rimasti a casa e da 0,95 a 3,50 euro se la si vuole mandare a un amico che vive in uno Stato europeo. Per le spedizioni nazionali tra i 350 grammi e i 2 chili, invece, si risparmia dai 0,45 ai 2,65 euro, mentre per quelle internazionali il prezzo è rimasto lo stesso in vigore fino al 30 settembre.

Posta1. È il nuovo nome della posta prioritaria nazionale. La consegna viene effettuata in un giorno lavorativo nell'80 per cento dei casi e in quattro giorni lavorativi nel 98 per cento, sempre senza contare il giorno di accettazione. Nei Comuni in cui la consegna della posta avviene a giorni alterni, l'80 per cento delle lettere dovrebbe arrivare tra uno e tre giorni.

Postapriority internazionale. È la posta prioritaria internazionale. Le tariffe sono molto diverse a seconda del peso, delle dimensioni e soprattutto del Paese di destinazione e variano da 3,50 fino a 34 euro. Anche i tempi di consegna dipendono dalla distanza: escludendo il sabato, i festivi e il giorno di spedizione, nell'85 per cento dei casi la corrispondenza arriva in Europa in tre giorni lavorativi; nei Paesi del bacino del Mediterraneo in quattro/cinque giorni; nei Paesi del nord America in cinque/sei giorni; nei Paesi del resto delle Americhe, in Asia e in Oceania in sette/otto giorni; negli altri Paesi dell'Africa in otto/nove giorni.

Un'altra novità che riguarda la posta prioritaria è quella di poter sapere quando arriva a destinazione, nel caso di spedizioni in Italia, e al centro di scambio internazionale, per le spedizioni estere. Basta applicare un'etichetta adesiva con un codice che, inserito poi nell'apposto spazio nella pagina web delle Poste 'Cerca spedizioni' o nell'app 'Ufficio Postale', permette di tracciare la lettera. Questa etichetta viene data insieme al francobollo ed è compresa nel prezzo di spedizione. Il servizio ha però uno scopo solo informativo e la comunicazione di avvenuta consegna non vale a fini legali, così come avviene invece per le raccomandate.

Posta ordinaria. Qui gli aumenti – da 0,15 a 0,70 euro – riguardano soltanto le spedizioni nazionali con peso fino a 350 grammi e quelle internazionali – per 0,05 euro – con peso fino a 20 grammi e destinazione Europa e paesi del bacino del Mediterraneo. In questo caso il prezzo per spedire la famosa cartolina passa da 0,95 a 1 euro per gli Stati compresi in quest'area e da 0,80 a 0,95 per l'Italia. Per tutte le altre spedizioni verso l'estero si risparmia da un minimo di 0,10 a un massimo di 7 euro, mentre per quelle verso l'Italia, con un peso superiore ai 350 grammi e fino a 2 chili, il risparmio varia da 0,55 a 3,20 euro.

Posta4. Si chiama così il nuovo servizio di posta ordinaria nazionale. Le lettere hanno il 90 per cento di probabilità di arrivare entro quattro giorni lavorativi, escluso quello di accettazione, e il 98 per cento di arrivare entro sei giorni.

Postamail internazionale. È la posta ordinaria internazionale. Nell'85 per cento dei casi la consegna avviene in otto giorni lavorativi in Europa, in 12 giorni nei Paesi del bacino del Mediterraneo, in 16 giorni in nord America e in Oceania e in 22 giorni nel resto del mondo. Di nuovo nel conteggio dei giorni non devono essere considerati i sabati, i festivi e il giorno di spedizione. La tariffa oscilla da 1 euro a 27 euro in base a peso, dimensioni e destinazione.

Posta online. È un servizio per spedire spedire documenti in formato elettronico. Basta registrarsi (o fare l'accesso se lo si è già) al sito poste.it, dalla Home page cliccare su 'Servizi postali', poi 'Spedire online' e scegliere 'Posta4' nel menù a sinistra. A questo punto è possibile scrivere la lettera che si vuole spedire nell'apposito spazio (massimo due pagine), oppure allegare uno o più file salvati nel proprio pc (non più di 18 fogli per un massimo di 3Mb), oppure ancora fare entrambe le cose.

Si può scegliere la stampa fronte/retro, a colori o in bianco e nero. Dopo aver compilato tutti i campi richiesti si può procedere alla spedizione: sarà Poste italiane a stampare, imbustare e consegnare tutto al destinatario (o i destinatari: se ne possono indicare fino a 200 con una sola operazione), sia in Italia che all'estero.

Si può pagare con carta di credito, Postepay o addebito sul conto Banco Posta. Il prezzo è estremamente variabile perché dipende dal numero di pagine, dalle opzioni stampa richieste e dal Paese di destinazione.

La posta a giorni alterni. La fine della consegna quotidiana della posta è una delle novità più contestate tra quelle introdotte. In alcuni piccoli comuni la corrispondenza dovrebbe essere d'ora in poi recapitata a giorni alterni su base bisettimanale (lunedì, mercoledì, venerdì, e poi martedì e giovedì). In questa prima fase il cambiamento dovrebbe riguardare 256 comuni in Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto. Da Poste Italiane fanno sapere che questa decisione non avrà impatti sulla consegna della posta ordinaria, mentre quella prioritaria potrebbe essere consegnata in tre giorni invece che in uno. Non è però dello stesso parere Federconsumatori, secondo la quale questa decisione creerà un ulteriore ritardo nella consegna della posta.

Nuovi francobolli. Dal primo ottobre c'è una novità anche per i francobolli. Oltre a quelli tradizionali ne sono stati introdotti di nuovi che, al posto del valore in euro, hanno delle lettere alle quali corrisponde una tariffa specifica. Per esempio il francobollo con la lettera A vale 2,80 euro e può essere usato per le spedizioni nazionali mentre quelli per gli invii all'estero riportano la scritta “A Zona 1”, “A zona 2” oppure “A zona 3” e valgono rispettivamente 3,50, 4,50 e 5,50 euro.

Reclami. Da non dimenticare che in caso di consegna tardiva della posta è sempre possibile presentare un reclamo entro date ben precise. Per la posta ordinaria deve essere presentato tra il decimo giorno lavorativo successivo alla data di spedizione ed entro i 3 mesi per le spedizioni nazionali; tra il quindicesimo e i sei mesi per le spedizioni in Europa e tra il trentesimo giorno e i sei mesi per quelle nel resto nel mondo. Per la posta prioritaria, dal sesto giorno a tre mesi per l'Italia; dal decimo giorno a sei mesi per l'Europa e dal ventesimo giorno a sei mesi per il resto del mondo.

Fonte: www.kataweb.it/B.Lutzu//Poste Italiane alza le tariffe: quanto costa spedire lettere e pacchi - Consumi - Kataweb - Soluzioni quotidiane

Nessun commento:

Posta un commento

Mutuo, detrazione degli interessi in caso di morte del coniuge

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 129/E, precisa che «il coniuge superstite può usufruire della detrazione per gli interessi passi...