lunedì 5 ottobre 2015

Il cane, impaurito dai petardi, scappa in strada: proprietario multato

Un grosso cane lupo scappa in strada, impaurito e agitato dall’esplosione di alcuni petardi. E' un potenziale pericolo per bambini, donne e uomini. Arriva una pattuglia della polizia locale del comune: i due agenti trovano l’animale e lo riconsegnano al proprietario. Per quest’ultimo, però, è inevitabile la multa per «omessa custodia» del quadrupede (Cassazione, ordinanza 19694/15).

Il caso

La multa per il proprietario del cane – un avvocato – è di «100 euro a titolo di sanzione amministrativa» per violazione della norma del codice penale sulla «custodia degli animali». Il professionista decide di contestarla, prima dinanzi al giudice di pace e poi dinanzi ai giudici del tribunale: in entrambi i casi, però, è confermata la «sanzione» emessa dal prefetto.

E' decisiva la constatazione della «pericolosità dell’animale», alla luce delle sue «dimensioni», da un lato, e tenendo presente, dall’altro, che esso «era scappato di casa, perché in stato di agitazione e paura, causato» da alcuni petardi. Secondo i giudici, «un cane in siffatte condizioni di agitazione, pur mansueto in condizioni normali, può mettere a repentaglio l’integrità fisica di eventuali passanti o compiere atti inconsulti che mettano in pericolo gli utenti della strada».

La questione giunge alla Suprema Corte, dove si ribadisce la sussistenza del «pericolo per la pubblica incolumità» e si riafferma la colpa del proprietario del cane (il quadrupede è stato ritrovato a pochi metri dalla casa dell’uomo) che non solo avrebbe dovuto «tenere l’animale in luogo privato» – ossia nel «giardino dell’abitazione» – ma anche far sì che tale luogo fosse «idoneo a prevenirne la fuga». A maggior ragione tenendo presente che, nel quartiere dove abita l’avvocato, è diffusa, tra i ragazzi, l’abitudine del «lancio di petardi», capace, come detto, di impaurire e di agitare il quadrupede. Tutto ciò permette di ritenere evidente la «responsabilità» del professionista, e, di conseguenza, la legittimità della «multa» decisa dal prefetto.

Fonte: www.dirittoegiustizia.it /Il cane, impaurito dai petardi, scappa in strada: proprietario multato - La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Lavoro domestico, nessun obbligo di comunicare l’infortunio lieve

I datori di lavoro domestici non hanno l’obbligo di comunicare all’INAIL gli infortuni sul lavoro lievi, anche quando si tratta di prestazio...