giovedì 5 marzo 2015

I Giudici di Pace scioperano dal 9 al 14 marzo

I Giudici di Pace sciopereranno dal 9 al 14 marzo contro il progetto di riforma predisposto dal Ministro della Giustizia Orlando, presentato in Parlamento a gennaio. Nello stesso periodo si terranno manifestazioni di piazza e conferenze di denuncia. La protesta culminerà con la «Giornata della Giustizia di Pace», durante la quale negli uffici del giudice di pace di tutta Italia verranno illustrate ai cittadini e agli organi di informazione le attività dei giudici di pace, i risultati in termini di efficienza e qualità del loro operato, i dati statistici di 20 anni di lavoro. «Siamo l'ultima ancora di salvataggio di una barca, la giustizia, che sta rapidamente affondando ed il Ministro Orlando intende sbarazzarsene, con una leggerezza disarmante - spiega il segretario generale dell'Unione nazionale dei giudici di pace Alberto Rossi - malgrado i dati inequivocabili ufficializzati pochi mesi fa dal suo capo dipartimento Mario Barbuto, che evidenziano una durata media dei processi dinanzi ai giudici di pace inferiore a 300 giorni a fronte di tempi di durata 4-5 volte superiori in tutte le altre Corti, il ministro Orlando vuole cancellare gli uffici del giudice di pace trasformandoli in articolazioni dei tribunali, concentrando i giudici di pace all'interno dell'ufficio del processo, in un'ottica di burocratizzazione e centralizzazione della macchina giudiziaria vetusta di almeno 50 anni e destinata ad affossare definitivamente la giustizia nel nostro Paese». Ancor più grave, secondo il presidente dell'Unione nazionale dei giudici di pace, Mariaflora Di Giovanni, «é che il ministro Orlando intenda realizzare tale irresponsabile disegno a danno dei giudici di pace, ridotti in una condizione di servitù, assoggettati a sfruttamento intensivo e trasformati in lavoratori in nero senza alcun diritto o tutela. La stabilità del rapporto, di fatto già realizzatasi, al pari del riconoscimento di adeguate tutele retributive e previdenziali, costituiscono - conclude - diritti inviolabili della persona previsti dalla Costituzione che non possono essere cancellati da un ministro che intende addirittura licenziare i giudici di pace in maternità o affetti da gravi patologie che devono assentarsi per un certo periodo dall'ufficio».

Giudice di Pace | Portale di informazione giuridica - I Giudici di Pace scioperano dal 9 al 14 marzo

Nessun commento:

Posta un commento

La riparazione per l'ingiusta detenzione: istanza ed elementi di valutazione

L'art. 315 c.p.p. nel disciplinare il procedimento per la riparazione dell'ingiusta detenzione, richiama le norme sulla riparazione ...