mercoledì 14 gennaio 2015

Marche da bollo telematiche a prova di falsificazione

Con il provvedimento firmato il 12 gennaio 2015 dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate è stata approvata la veste grafica, utile a prevenire la falsificazione, per i contrassegni emessi dai tabaccai per la riscossione di imposta di bollo, contributo unificato e contributo amministrativo per il rilascio del passaporto. Le etichette, realizzate dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, hanno la stessa forma e dimensione (55 x 40 mm) di quelle emesse fin ad oggi; cambia però la cromia di fondo: si passa dal verde al celeste, visto l’innesto dei nuovi inchiostri dotati di maggiori caratteristiche di sicurezza che prevengano l’alterazione e la falsificazione. Ricordiamo da ultimo che le giacenze in essere presso i tabaccai saranno ancora valide: le etichette con la vecchia grafica saranno utili per emettere i contrassegni fino all’esaurimento delle scorte.

Fonte: www.fiscopiu.it/La Stampa - Marche da bollo telematiche a prova di falsificazione

Nessun commento:

Posta un commento

Lavoro domestico, nessun obbligo di comunicare l’infortunio lieve

I datori di lavoro domestici non hanno l’obbligo di comunicare all’INAIL gli infortuni sul lavoro lievi, anche quando si tratta di prestazio...