martedì 3 giugno 2014

Bonifici eseguiti ma mai ordinati: il correntista doveva accorgersene

Alla Banca, la condanna in Appello alla restituzione di “un’ingente somma”, prelevata dal conto di un consorzio correntista, a fronte di tre bonifici, mai ordinati né sottoscritti dal legale rappresentante del consorzio, eseguiti a favore di un condominio, non va giù, in fondo il suo cliente aveva avuto tempo e modo di accorgersi delle operazioni illegittime, avvenute a seguito di ordini falsificati, senza però fare niente. Ne derivava, per la Banca, un suo concorso colposo nella causazione dell’evento dannoso. La Cassazione, con l’ordinanza del 29 maggio, n. 12091, accoglie la lamentela dell’Istituto circa l’omessa motivazione dell’Appello in ordine alla contestazione tardiva dell’irregolarità dei bonifici da parte del consorzio, a distanza di circa un anno dall’esecuzione del primo, “così ingenerando nella banca stessa il convincimento della regolarità delle operazioni”, di cui le seconde due, come sostenuto dall’istituto, avrebbero potuto non essere effettuate a fronte di una tempestiva contestazione della prima. Sul punto, il Giudice dell’Appello, “nulla ha stabilito in merito”, limitandosi ad affrontare la diversa e, ritenuta dalla Corte, più “generale” questione del rapporto intercorrente tra la mancata contestazione dell’estratto conto da parte del consorzio e la legittimazione dello stesso ad agire contro operazioni eseguite senza titolo legittimante. Accolto il detto motivo di ricorso, sul quale si esprimerà ora il Giudice del rinvio, i Supremi Giudici, respingono invece, per l’insidacabilità del giudizio espresso dal Giudice di merito, a seguito di valutazione dell’istruttoria espletata, la doglianza volta a negare la responsabilità dei funzionari della Banca che, secondo l’Appello, avrebbero dovuto necessariamente avvedersi della falsità dei documenti prodotti per l’esecuzione dei bonifici.

Fonte: http://fiscopiu.it/La Stampa - Bonifici eseguiti ma mai ordinati: il correntista doveva accorgersene

Nessun commento:

Posta un commento

Cassazione: nell’assistenza a un disabile sono validi i congedi anche solo per la notte

La legge sui congedi retribuiti per assistere un familiare con grave disabilità non prevede orari per l’assistenza, basta essere presenti an...