venerdì 4 aprile 2014

La dichiarazione dei redditi 2014 - Modello UNICO Persone Fisiche

Il Modello UNICO Persone Fisiche per la dichiarazione dei redditi è composto da:

1) fascicolo 1 - frontespizio: dati identificativi del dichiarante, informativa sulla privacy, informazioni relative al contribuente e alla dichiarazione - prospetto dei familiari a carico - quadro RA: redditi dei terreni - quadro RB: redditi dei fabbricati - quadro RC: redditi di lavoro dipendente e assimilati - quadro RP: oneri e spese - quadro RN: calcolo dell’Irpef - quadro RV: addizionali all’Irpef - quadro CR: crediti d’imposta - quadro RX: compensazioni e rimborsi - quadro CS: contributo di solidarietà 
2) fascicolo 2 - quadro RH: redditi di partecipazione in società di persone e assimilate - quadro RL: altri redditi - quadro RM: redditi soggetti a tassazione separata e imposta sostitutiva - quadro RT: plusvalenze di natura finanziaria - quadro RR: contributi previdenziali - quadro RW: investimenti all’estero e/o attività estere di natura finanziaria - monitoraggio - IVIE/ IVAFE - quadro AC: comunicazione dell’amministratore di condominio 
3) fascicolo 3 concernente i redditi dei contribuenti obbligati alla tenuta delle scritture contabili. I contribuenti che si trovano in situazioni meno complesse (ad esempio hanno percepito soltanto redditi di lavoro dipendente e redditi di terreni o fabbricati) posso utilizzare il modello semplificato denominato “UNICO MINI”. 
Il Modello UNICO Persone Fisiche deve essere presentato per via telematica secondo una delle seguenti modalità: 
- direttamente, tramite i servizi telematici Entratel o Fisconline (http://telematici.agenziaentrate.gov.it/Main/index.jsp); 
- tramite gli uffici dell’Agenzia delle Entrate; 
- tramite intermediari autorizzati (professionisti, associazioni di categorie, C.A.F., altri soggetti abilitati). 
Possono presentare il modello cartaceo presso gli Uffici Postali soltanto i contribuenti che:
- pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il Modello 730, non possono utilizzarlo; 
- pur potendo presentare il Modello 730, devono dichiarare alcuni redditi o comunicare dati utilizzando i relativi quadri del Modello UNICO Persone Fisiche (quadro RM, per “Redditi soggetti a tassazione separata e imposta sostitutiva. Imposte su immobili e attività finanziarie all’estero”; quadro RT, per “Plusvalenze di natura finanziaria”; quadro RW, per “Investimenti all’estero e/o trasferimenti da, per e sull’estero”; quadro AC, per “Comunicazione dell’amministratore di condominio”); 
- devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti. I termini di presentazione del Modello UNICO Persone Fisiche dipendono dalla modalità di presentazione: 
- 30 settembre 2014, se la presentazione viene effettuata per via telematica direttamente dal contribuente ovvero tramite un intermediario abilitato o a cura di un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate; 
- dal 2 maggio al 30 giugno 2014, se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale. 
I versamenti degli importi risultanti dalla dichiarazione Modello UNICO Persone Fisiche quale saldo per il periodo d’imposta 2013 e primo acconto per il periodo d’imposta 2014 devono essere eseguiti entro il 16 giugno 2014 (ovvero il 16 luglio 2014, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse). Il pagamento può avvenire anche in forma rateale con applicazione di un interesse pari al 4% annuo. Per i contribuenti non titolari di partita Iva le rate sono così distribuite: 
1) prima rata: 16 giugno 2014 (ovvero 16 luglio 2014 con maggiorazione dello 0,40%) 
2) seconda rata: 30 giugno 2014 con interesse dello 0,16% (ovvero 31 luglio 2014 con maggiorazione dello 0,40% e interesse dello 0,16%) 
3) terza rata: 31 luglio 2014 con interesse dello 0,49% (ovvero 1° settembre 2014 con maggiorazione dello 0,40% e interesse dello 0,49%) 
4) quarta rata: 1° settembre 2014 con interesse dello 0,82% (ovvero 30 settembre 2014 con maggiorazione dello 0,40% e interesse dello 0,82%) 
5) quinta rata: 30 settembre 2014 con interesse dell’1,15% (ovvero 31 ottobre 2014 con maggiorazione dello 0,40% e interesse dell’1,15%) 
6) sesta rata: 31 ottobre 2014 con interesse dell’1,48% (ovvero 1° dicembre 2014 con maggiorazione del 0,40% e interesse dell’1,48%) 
7) settima rata: 1° dicembre 2014 con interesse dell’1,81%. 
Tutti i contribuenti devono utilizzare il modello di versamento F24, da compilare indicando i seguenti codici tributo: 4001: Irpef – Saldo; 4033: Irpef – Acconto prima rata; 4034: Irpef – Acconto seconda rata o unica soluzione; 1668: Interessi pagamento dilazionato. Importi rateizzabili Sez. Erario; 3801: Addizionale regionale; 3844: Addizionale comunale – Saldo; 3843: Addizionale comunale – Acconto; 1842: Cedolare secca locazioni – Saldo; 1840: Cedolare secca locazioni – Acconto prima rata; 1841: Cedolare secca locazioni – Acconto seconda rata o unica soluzione. 

Nessun commento:

Posta un commento

Mutuo, detrazione degli interessi in caso di morte del coniuge

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 129/E, precisa che «il coniuge superstite può usufruire della detrazione per gli interessi passi...