martedì 24 settembre 2013

Sparisce la Porsche dal parcheggio: il risarcimento da parte dell’assicurazione libera il proprietario dell’autorimessa

Auto rubata dall’autorimessa, ma l’assicurazione ha già indennizzato la proprietaria, liberando così la società proprietaria dell’autorimessa. E’ quanto emerge dalla sentenza 20617/13 della Cassazione.

Il caso
Gli rubano l’auto, una Porsche, parcheggiata presso l’autorimessa di proprietà di una banca con la quale aveva stipulato un contratto di parcheggio. Così, l’utilizzatore della sportiva propone domanda per ottenere il risarcimento dall’Istituto di credito, pari a 62.500 euro. Risarcimento che viene concesso in primo grado, ma subito annullato dai giudici di appello. È per questo che l’attore propone ricorso per cassazione. Gli Ermellini, dal canto loro, rilevano – come la Corte di appello - che la proprietaria dell’autovettura era la moglie del ricorrente, la quale era stata integralmente indennizzata dalla compagnia assicurativa per una somma pari a 43.200 euro. Da un lato, al marito viene riconosciuta la legittimità ad agire con l’azione di responsabilità derivante dal contratto di parcheggio, trattandosi di azione personale che prescinde dalla proprietà del bene sottratto. Dall’altro, però, si rileva che l’auto era di proprietà della moglie, «la quale soltanto ha subito il relativo danno vedendosi diminuito il proprio patrimonio», mentre nessun danno è derivato al ricorrente «dal furto di un bene che non gli apparteneva». Per queste ragioni, il ricorso viene rigettato.

Fonte: www.dirittoegiustizia.it/: La Stampa - Sparisce la Porsche dal parcheggio: il risarcimento da parte dell’assicurazione libera il proprietario dell’autorimessa

Nessun commento:

Posta un commento

Sgombero immobili abusivamente occupati: responsabile dell’inerzia è il Ministero

Occupazione abusiva di uno stabile: il Tribunale di Roma condanna il Ministero dell’Interno al risarcimento dei danni, nella misura di € 266...