martedì 17 settembre 2013

PENALISTI: Adesione quasi totale allo sciopero

"Adesione pressoché totale", in tutti i tribunali italiani, all'astensione di cinque giorni proclamata dall'Unione camere penali italiane contro una politica sempre più 'debole’ sulla giustizia e 'inadempiente’ sull'emergenza carceri. Lo scrive l'Unione camere penali italiane (Ucpi) in una nota in cui fa sapere che nel primo giorno di sciopero, “forte è stata la protesta dei penalisti”.

Ucpi comunica anche di essere impegnata in una giornata dedicata alla raccolta firme per i referendum sulla giustizia su tutto il territorio nazionale davanti ai palazzi di giustizia. Nei prossimi giorni, in molte città, proseguirà la raccolta firme, e il 19, nel penultimo giorno di astensione, l'unione ha organizzato un incontro con alcuni rappresentanti politici, alla residenza di Ripetta a Roma per affrontare il merito delle questioni urgenti in tema di riforme della giustizia. Al confronto, si legge nella nota, parteciperanno il Ministro per le Riforme costituzionali Gaetano Quagliariello, il presidente Luciano Violante, Danilo Leva, responsabile gustizia del Pd e i senatori Giacomo Caliendo e Benedetto Della Vedova.

PENALISTI: Adesione quasi totale allo sciopero

Nessun commento:

Posta un commento

Lavoro domestico, nessun obbligo di comunicare l’infortunio lieve

I datori di lavoro domestici non hanno l’obbligo di comunicare all’INAIL gli infortuni sul lavoro lievi, anche quando si tratta di prestazio...