mercoledì 23 novembre 2011

La buona fede del vigile va valutata in dibattimento e non dal Gup

Cassazione penale, sez. VI, sent. n. 43302/11
La buona fede del vigile va valutata in dibattimento e non dal Gup

Nessun commento:

Posta un commento

Lavoro domestico, nessun obbligo di comunicare l’infortunio lieve

I datori di lavoro domestici non hanno l’obbligo di comunicare all’INAIL gli infortuni sul lavoro lievi, anche quando si tratta di prestazio...