sabato 20 agosto 2011

Permessi studio anche ai precari: la cultura è un diritto della persona anche se non serve al datore

Corte di Cassazione, sez. lavoro, sent. n. 17401/11
Permessi studio anche ai precari: la cultura è un diritto della persona anche se non serve al datore

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Lavoro domestico, nessun obbligo di comunicare l’infortunio lieve

I datori di lavoro domestici non hanno l’obbligo di comunicare all’INAIL gli infortuni sul lavoro lievi, anche quando si tratta di prestazio...